Esistono soltanto 5 semplici regole di conformità della USGA cui i produttori di palline da golf devono attenersi riguardo al design:

  1. Peso non oltre i 45,92 grammi
  2. Dimensioni non meno di 4,26 centimetri
  3. Simmetria sferica,deve volare allo stesso modo con diversi orientamenti
  4. Velocità iniziale, può andare a questa velocità solo se colpita in un modo specifico
  5. Standard di distanza complessiva, può andare a questa distanza solo se colpita in modo specifico

Praticamente tutte le palline vendute negli Stati Uniti si attengono a questi criteri e occupano un posto in un documento chiamato Lista di Conformità della United States Golf Association (USGA) , che comprende diverse centinaia di modelli in qualsiasi momento.

LA SCELTA E' GIUSTA:

Esistono molte palline da golf. Come scegliere quella giusta per il proprio gioco? Cominciate da ciò di cui avete bisogno. Se è la distanza, chiedete al vostro rivenditore una palla per fare distanza ovvero con un rivestimento duro. Se siete un giocatore sicuro di sè che fa una discreta distanza potreste trarre maggiore beneficio da una palla con rivestimento morbido, che vi dà più controllo intorno al green. Ma cos'è esattamente che fa appartenere una palla a una categoria piuttosto che a un'altra? Leggete di seguito.

La maggior parte delle palline da golf sono costruite in 2 o in 3 pezzi. Le palle in 2 pezzi hanno un nucleo in gomma e un rivestimento in ionomero duro. Sono studiate per ottenere la massima distanza grazie all'alta velocità e al basso spin (Effetto rotatorio) su tutti i colpi. Per la maggior parte dei golfisti che desiderano distanza e durata la pallina in 2 pezzi è una buona scelta, ma se cercate maggiore spin e controllo intorno al green, allora forse preferite una palla in 3 pezzi. Queste solitamente hanno un rivestimento, uno strato intermedio e un nucleo. Il modo in cui lo strato intermedio interagisce con nucleo e rivestimento ha una notevole influenza sulla velocità e sulle caratteristiche dello spin della palla con il driver. Anche il materiale e lo spessore del rivestimento incidono sulle prestazioni della palla: come regola generale, se lo strato morbido è spesso la palla avrà un tocco morbido, sarà più lenta e avrà maggiore spin; se lo strato duro è più spesso la palla avrà un tocco più duro, sarà più veloce e avrà meno spin.

IL MATERIALE CONTA:

Un altro fattore chiave nel design delle palline da golf è il materiale. Quasi tutte le palline utilizzano un tipo di gomma all'interno e un tipo di plastica o uretano all'esterno. E' la miscela che fa la differenza. Molti nuclei hanno dal 75% all' 80% di gomma, cosa che dà elasticità, morbidezza e velocità.

Lo strato intermedio di una pallina in 3 pezzi è per lo più in ionomero, un genere di plastica simile al rivestimento della pallina in 2 pezzi: aumenta la velocità della pallina e riduce lo spin nel driver per una maggiore distanza.

L'AERODINAMICA DELLA HEX:

In termini di aerodinamica, sono i bordi delle fossette a fare il lavoro. Aiutano a ridurre drasticamente quella scia di attrito ruba-distanza. Alcune palline non hanno neppure le fossette: hanno forme geometriche, esagoni o pentagoni, disegnati plasmando una trama in lattice sul rivestimento della pallina e non intagliando le fossette. L'uso di esagoni e pentagoni permette che l'intera superficie sia coperta dalle forme geometriche, rendendola molto più aerodinamica. Il risultato è una pallina che vola di più e più dritta di molte altre, anche nel vento.